Antipasti Novità Novità Salatini Secondi Piatti

Panzerotti fritti e ripieni: ecco come prepararli

STIMA TEMPO DI LETTURA: 4 min

Panzerotti fritti e ripieni: ecco come prepararli.

Dopo la ricetta della pizza è arrivato il momento di rilasciarvi quella dedicata ai panzerotti. Essi non sono altro che dei piccoli calzoni ripieni, ma fritti! Li avete mai mangiati? Un impasto di pizza ottimale e gustoso permette di preparare delle ottime frutture di pasta e renderle più buone possibili.

Leggi anche: L’ Italia in tavola: pizza fatta in casa con ciliegino Convivia

I panzerotti possono essere un gradito antipasto da offrire a terzi, oppure un piatto da consumare come pasto alternativo. Molto spesso ci si ritrova con un avanzo d’impasto per pizza e questo è uno dei modi migliori per riuscire a consumarlo completamente (senza intoppare in nessuno spreco eccessivo).

L’ impasto per queste lievitazioni vanta di una lavorazione manuale che può essere svolta anche in casa; come ben saprete, noi difendiamo da sempre l’home-made ed è per questo che abbiamo deciso di rilasciarvi la nostra ricetta. Gli ingredienti principali che lo fanno da padrona sono senza dubbio: l’acqua, il sale, il lievito e la farina, quest’ultima varia spesso a seconda della propria preferenza.

Panzerotti fritti fatti in casa | Evofood.it

Il ripieno dei panzerotti è assolutamente personale, nel nostro caso avevamo a disposizione delle ricotta fresca e della pancetta, quindi abbiamo deciso di farcirli in tal modo.

UNA TAVOLA PIU’ GREEN

Una nota di riguardo va fatta anche per quanto riguarda l’impiattamento. Spesso vengono utilizzati prodotti che contengono tracce di plastica, oppure poco ecologici, allora (anche in questo caso), abbiamo deciso di riporre la nostra pizza all’interno delle stoviglie monouso di Ecobioshopping.

Leggi anche: Ecobio in tavola: una cena a base di spaghetti in crema di barbabietola

Ecobioshopping vanta di uno store ufficiale nel quale potrete acquistare qualsiasi loro articolo con una spedizione davvero molto rapida. Potrete ricevere il materiale desiderato intorno alle 24/48h, inoltre traspare con evidenza la loro disponibilità attraverso una chat dedicata ( visibile all’interno del sito), e tutte le loro piattaforme social sempre attive.

Leggi anche: Ecobio: chicche di zucca senza glutine ai sapori autunnali

Panzerotti fritti fatti in casa | Evofood.it

La vasta gamma di prodotti soddisfa appieno tutte le esigenze dei vari stili di vita; vi sono prodotti fatti interamente di cellulosa ed altri di foglia di palma, ma non solo! 

Il monouso biodegradabile e compostabile (targato Ecobioshopping) nasce nel lontano 2010, un progetto di quasi 10 anni che si sta evolvendo sempre di più. Quante volte vi è capitato di voler organizzare una festa in casa ed utilizzare dei prodotti di plastica? Secondo noi molte e in tal caso, Ecobioshopping vi viene in soccorso, l’unico store con a disposizione tutto ciò di cui avrete bisogno. 

Una possibilità davvero “premium” sta nel fattore estetico, poiché con Ecobioshopping vi è anche l’opportunità di personalizzare il proprio monouso. Un punto importante per quanto riguarda le aziende che, in questo modo possono sfruttare al meglio il loro logo, posizionandolo sulla superficie di ogni articolo.

Tutti i dettagli sono visibili attraverso questo link.

IMPASTO FATTO IN CASA : LIEVITAZIONE

La quantità di lievito presente nell’impasto è ovviamente proporzionale alle ore di lievitazione. E’ possibile lasciar lievitare la pasta per ben 24 ore, oppure solamente 8. Tale considerazione è strettamente personale in quanto è possibile realizzare l’impasto dedicato la mattina per la sera.

ALCUNI CONSIGLI FONDAMENTALI

Ovviamente la lievitazione di 24h darà dei benefici importanti alla digestione di essa, quindi vi consigliamo tale metodologià. Più ore di lievitazione vi saranno e meno lievito dovrete inserire, al contrario per un impasto ” espresso” vi consigliamo l’utilizzo di una quantità maggiore di esso.

E’ inutile dirvi quanto la pizza sia uno dei pasti più versatili del nostro quotidiano, tuttavia è ottima da preparare per una cena in compagnia di ospiti speciali.

Panzerotti fritti e ripieni

Panzerotti fritti e ripieni: ecco come prepararli Ecco come preparare degli ottimi panzerotti con l'impasto avanzato della pizza! All'interno dell'articolo tutti i dettagli. Stampa
Persone: 10 Tempo Cottura:
Dati nutrizionali: Calorie Grassi
Voto: 5.0/5
( 1 voto/voti )

INGREDIENTI

  • Gli ingredienti sono per un impasto da 1kg , ma per poche persone vi basterà dimezzare il tutto.
  • Farina "00" ( 1kg)
  • Sale q.b.
  • Acqua a temp. ambiente 500ml
  • 5g di lievito di birra
  • Olio Evo
  • Ripieno ( a piacere) :
  • Ricotta
  • Pepe
  • Pancetta
  • Olio di Semi per friggere

ISTRUZIONI

STIMA TEMPO DI LETTURA: 1 min

La preparazione iniziale dell’impasto è molto versatile, alcuni cominciano dal sale, altri dal lievito, ma in ogni modo la scioglitura di entrambi avverrà nel metodo corretto. Personalmente preferiamo una lavorazione manuale per quanto riguarda questo tipo d’impasto, tuttavia potrete optare per l’utilizzo di un bimby oppure un’impastatrice seguendo le istruzioni dedicate.

Prendete del sale e disponetelo in una scodella, lasciatelo sciogliere insieme all’acqua e in successione riponete il lievito al suo interno. Sciogliete bene il lievito fino a farlo scomparire ed iniziate ad aggiungere farina. Mentre state impastando aggiungete un filo d’olio, quest’ultimo vi aiuterà a rendere omogeneo l’impasto, al fine di avere un intero panetto privo di grumi.

Lasciate lievitare 24h e trascorso il tempo indicato iniziate a prelevare delle palline da esso. Dopo un’altra mezz’ora prendete una pallina e stendetela formando un cerchio. A questo punto preparate la farcitura richiudendo poi il panzerotto ai lati.

Procedete con questa preparazione per tutti i panzerotti ed una volta pronti preparate una padella con una quantità media di olio per friggere. Una volta caldo, immergete i panzerotti nell’olio e lasciate friggere da entrambi i lati.

La cottura di essi sarà ultimata non appena assumeranno tutti un colore dorato.

RICORDA CHE POTRAI CONDIVIDERE LA TUA RICETTA UTILIZZANDO #CONDIVIDIAMOINOSTRIPIATTI O #COSASCELGOACOLAZIONE

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più