Consigli e curiosità Curiosità

Celiachia e alopecia areata: c’è connessione?

STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Celiachia e alopecia areata: c’è connessione?

La celiachia è “una infiammazione cronica dell’intestino tenue scatenata dall’indigestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti”. (Fonte: Aic). La celiachia può portare a tante conseguenze come diarrea, marcato dimagrimento o malattie autoimmuni.

Vedi anche: Cosmetici senza glutine: si o no? Cosa fare?

In realtà, in molti pensano che ci siano altri fattori che sono strettamente collegati alla celiachia come l’alopecia areata. In questo articolo capiremo cos’è e vi daremo qualche informazione utile.

L’alopecia areata

Secondo il sito Aic, “Molte delle malattie autoimmuni associate alla celiachia sono endocrinopatie, primo tra tutti il diabete mellito tipo primo, la tiroidite di Hashimoto e la malattia di Addison. Da segnalare anche l’associazione con la sindrome di Sjiogren, la psoriasi, l’artrite reumatoide, l’epatite autoimmune, la colangite sclerosante, l’alopecia areata“.

Celiachia e alopecia areata: c’è connessione?

Potrebbe interessarti: Senza glutine: i 5 prodotti che pensavi di poter mangiare

Ma cos’è l’alopecia areata? Questo tipo di alopecia è una patologia che si manifesta con una o più chiazze prive di peli, può interessare qualsiasi parte del corpo prediligendo barba e cuoio capelluto. La malattia può essere composta da una o più chiazze contemporaneamente senza avere alcun tipo di infiammazione evidente.

In molti casi, l’alopecia areata può avere una rapida diffusione sulla pelle diventando alopecia totale.

L’alopecia areata e la celiachia

Alcuni recenti studi hanno dimostrato una correlazione tra l’alopecia areata e la celiachia. La presenza di questo problema ( a volte) potrebbe essere l’unico sintomo della celiachia. Non è ancora chiaro, però, se l’alopecia possa essere un sintomo o una semplice associazione.

Vedi anche: Essere intolleranti: i consigli da seguire, la mia esperienza personale e la vostra

Tuttavia, con l’aumento dell’età di presentazione della malattia e con un uso maggiore di test sierologici di screening, sono stati sempre più frequentemente riconosciuti sintomi di esordio extraintestinali che possono coinvolgere quasi tutti gli organi, anche in assenza di sintomatologia intestinale. Ed è questo il caso dell’Alopecia Areata.

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Lascia un commento

* usando questo form aderisci all'archiviazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza. Puoi modificare quando vuoi le tue preferenze. Accetto Leggi di più